Regolamentare il traffico aereo dei droni

progetto aura per regolamentare droni

La regolamentazione del decollo in città grazie a normative finalizzate a garantire la sicurezza dello spazio aereo: è questa la nuova sfida per i droni.

Eppure non decollano come pensavamo! Nonostante l’interesse suscitato e le potenzialità indiscusse di queste tecnologie, i droni devono ancora superare un ostacolo per poter davvero decollare in città: la regolamentazione.

Sulla base di queste necessità nasce Aura, il primo progetto di ricerca industriale gestito dall’impresa comune Sesar dedicata allo U-space. Il principale obiettivo di Aura è garantire un’integrazione sicura nello spazio aereo a bassissimo livello.

l droni del progetto Aura

Il consorzio che lavora ad Aura è formato dai principali fornitori di servizi di navigazione aerea e dalle principali organizzazioni di ricerca di tutta Europa. Queste realtà mirano a integrare la gestione dello spazio aereo a bassissima quota (Very Low-Level airspace, Vll), noto anche come U-space, con i sistemi tradizionali di gestione del traffico aereo, che utilizzano centri di controllo aereo e torri aeroportuali.

Il progetto mira ad elaborare procedure e selezionare gli strumenti per supportare il confronto necessario tra questi sistemi. In questo modo diventa possibile gestire alti volumi di traffico e operare in sicurezza e in simultanea nello stesso spazio aereo.

I vantaggi della regolamentazione

Lo scambio di informazioni permetterà ai soggetti coinvolti di avere una visione accurata sulla situazione dello spazio aereo. Queste procedure saranno poi testate in diversi siti europei e combineranno voli reali con simulazioni ad alte prestazioni.

La regolamentazione permetterà un impiego maggiore dei droni all’interno del contesto urbano. Si pensi infatti, a quanti servizi pubblici potrebbero essere migliorati grazie a queste tecnologie. Utilizzi legati a ispezioni, logistica, operazioni di soccorso, sono soltanto alcuni dei campi in cui i droni potrebbero dare il loro importante contributo.

E voi avete mai provato a fare decollare un drone? Raccontateci come è andata.

Altre notizie…

Qual è il rischio cyber della tua azienda?

Qual è il rischio cyber della tua azienda?

Esiste una formula per calcolare il rischio cyber di un’azienda? Ora sì, grazie al Cyber Exposure Index: l’indice che valuta la sicurezza informatica di un’azienda. Ransomware, phishing, spyware, malware e altre tipologie di violazioni informatiche sfruttano le...

Sicurezza delle PMI al centro di nuove misure UE

Sicurezza delle PMI al centro di nuove misure UE

La pandemia ha posto le PMI di fronte ad un imperativo: adottare nel minor tempo possibile, nuove misure di continuità operativa prestando la massima attenzione alla sicurezza. Spesso però, la rapidità del cambiamento ha evidenziato alcune pecche nella cyber security,...

Dati e regolamento dopo 3 anni di GDPR

Dati e regolamento dopo 3 anni di GDPR

Sono passati 3 anni dall’entrata in vigore del Regolamento generale europeo per la protezione dei dati (GDPR) e gli investimenti in privacy policy in Italia sono ancora scarsi. Era il 24 Maggio 2016 quando il GDPR entrava nella legislazione europea con l’obiettivo di...

Pin It on Pinterest

Share This