La Realtà virtuale applicata alla Didattica

Didattica e VR

In queste settimane di rientro a scuola, la didattica tradizionale si fonde con e-learning, supporti digitali e nuove tecnologie che mirano a superare le difficoltà del contesto attuale: la VR è una di queste.

In alcuni istituti, come quelli della rete di H International School, legata alla società di innovazione H-Farm, gli studenti stanno sperimentando un nuovo metodo di apprendimento, basato sulla realtà virtuale. Holodeck è un sistema di lezioni che sfrutta le potenzialità della realtà aumentata per favorire un’esperienza didattica molto più coinvolgente.

Come funziona in concreto?

Un tablet per i docenti e i visori per i ragazzi: sono questi gli strumenti necessari a favorire questa innovativa e divertente didattica. Studenti e insegnati si incontrano in uno spazio virtuale e possono interagire sia tra di loro, che con gli oggetti proiettati dal visore. I ragazzi possono afferrare, muovere oggetti, compiere azioni e esplorare luoghi virtuali.

Il principale vantaggio dell’utilizzo della Realtà Virtuale nell’educazione è l’elevato coinvolgimento degli studenti nel processo. Un’unica lezione tenuta nel mondo virtuale riesce a sostituire una decina di lezioni ordinarie.  Grazie alla risoluzione dei visori e alla minuziosità dei dettagli riprodotti in VR, è possibile mostrare chiaramente ciò che non può essere visto in condizioni tradizionali. Si pensi ad esempio, ad una fissione nucleare prima di un’esplosione o al risveglio di un vulcano.

Ma la didattica in VR è per tutti?

Ebbene sì. I più piccoli possono beneficiare dei vantaggi della VR, imparando più rapidamente. I bambini infatti, apprendono meglio in condizioni di studio speciali: lezioni attraverso il gioco, elevato livello di interattività, possibilità di scoperta e esplorazione.

Gli studenti liceali o universitari sono la seconda categoria che potrebbe sfruttare i benefici della VR. Grazie a questi strumenti è più semplice ad applicare la teoria alle condizioni del mondo reale. Si pensi, ad esempio, agli esperimenti nel settore farmaceutico, medico o biotecnologico che attraverso la Realtà Virtuale potrebbero dare risultati immediatamente tangibili.

Anche la formazione può servirsi della VR.

La formazione di un buon chirurgo da inserire in un centro medico può passare attraverso le applicazioni VR; necessarie per simulare una reale operazione chirurgica e praticarla su un paziente virtuale. Il campo medico chirurgico, così come il settore aeronautico, spaziale e militare e altri settori legati al rischio, si servono della tecnologia VR per acquisire le basi della professione e migliorare le proprie competenze.

E voi avete già provato strumenti di VR? Volete avere maggiori informazioni? Contattateci.

Altre notizie…

Cloud in Italia: cresce il modello ibrido

Cloud in Italia: cresce il modello ibrido

La terza edizione dell’Enterprise Cloud Index, ha evidenziato anche in Italia un significativo progresso nell’adozione di cloud privati, ibridi e pubblici. La pandemia di COVID-19 ha dato ulteriore impulso a questo processo. Nel complesso, la ricerca ha evidenziato...

La sostenibilità come opportunità di Business

La sostenibilità come opportunità di Business

L'azienda Epson è stata inserita nella "A List" stilata dal Carbon Disclosure Project (CDP) riconfermando così il suo impegno nei confronti della sostenibilità ambientale. Un riconoscimento importante che ci ricorda come “La sostenibilità è fondamentale non solo per...

Cloud e Datacenter sostenibili entro il 2030

Cloud e Datacenter sostenibili entro il 2030

Cloud e datacenter sposano la sostenibilità ambientale con iniziative a livello europeo. L’eco-sostenibilità diventa un vero e proprio modo di fare impresa, che coinvolge e abbraccia anche il settore del cloud computing. Quanto l’industria del cloud computing può...

Pin It on Pinterest

Share This